Data inserimento o ultima modifica:
29 maggio 2019

Circolo ricreativo culturale l'Incontro
Circolo ricreativo culturale l'Incontro
Circolo ricreativo culturale l'Incontro
Diari lastrigiani Dicevamo dei circoli...     I Circoli di Lastra a Signa

Circolo ricreativo culturale l'Incontro


Via Gramsci, 29. Lastra a Signa, Firenze

Parlare del circolo ricreativo l'Incontro, significa parlare di un circolo socialista partendo dagli anni Sessanta, dagli anni del primo centrosinistra in Italia.

Anche a Lastra a Signa erano cambiati i rapporti fra il Partito Socialista e le altre forze politiche, in particolare DC e PCI.

Può non essere escluso, quindi, che ciò si leghi anche al fatto che dopo due legislature socialiste (Sindaci Bellini e Fiaschi), venne eletto come Sindaco un comunista con tanto di polemiche sul primo cittadino uscente e una difficile convivenza nelle Case del popolo.

I socialisti si trovarono spiazzati e la vita in comune nelle stesse Case del popolo era diventata troppo difficile.

Ogni partito doveva avere un luogo per svolgere la propria attività politica e perciò la costituzione del circolo l'Incontro rispondeva a questa logica.

Significativa, fu la scelta del nome: l'Incontro, ovvero un invito alle altre forze politiche a incontrarsi per discutere, valutare, scegliere, anche al di fuori delle sedi istituzionali e non per scontrarsi.

È in questo contesto che il Circolo Culturale Ricreativo L'Incontro venne costituito ufficialmente per iniziativa di alcuni militanti socialisti, tutto ciò a conclusione di un'assemblea che si svolse in quella che allora era la sede del PSI, una stanza in via del Prato 4, lungo le mura di Lastra a Signa.

Militanti che hanno i nomi di Umberto Bellini, Lapo Romagnoli, Renè Brunelli, Fulvio Tozzi e Raffaello Fraschetti: furono loro che sottoscrissero lo statuto approvato dai presenti alla serata.

Il 6 maggio 1966, venne eletto il primo consiglio direttivo guidato da Brunelli.

Successivamente il circolo si trasferì in via Gramsci al civico 48, nel quartiere di Corea, nei locali prima adibiti ad abitazione lasciata libera da un lastrigiano rimasto alluvionato nel 1966.

Alcuni anni dopo vennero acquistate altre due stanze nella casa a fianco della sede, una delle quali fu adibita a sala giochi con le carte e l'altra per il gioco del biliardo.

Il calcio riveste un ruolo importante nella storia delle attività di questo circolo dove è nato il primo Juventus Club delle Signe.

Grande fu il coinvolgimento che si creò attorno allo sport al momento della gestione di Edo Carli che riuscì col calcio a catalizzare l'attenzione di molti giovani.

A questo contribuì fortemente la nascita di squadre competitive che sotto la regia Alberto Cappellini, detto “Mozzo”, dettero subito molte soddisfazioni con vittorie in numerosi tornei, ed ebbero quindi un importante e positivo ruolo d'aggregazione dei giovani.

Successivamente viene acquistata l'area ex “Arena estiva Moderno” sempre in via Gramsci, dove veniva fatto il cinema all'aperto a Lastra a Signa nel periodo estivo, e ora lì sorge il circolo.

Per quanto riguarda le attività svolte, infine, in modo particolare fino ad alcuni anni fa, si possono ricordare le tantissime serate di festa, di semplice ritrovo, le corse ciclistiche, quelle podistiche, gli incontri di boxe, i corsi di danza, i corsi di computer e le numerose serate dedicate all'autofinanziamento.



Circolo ricreativo culturale l'Incontro
Circolo ricreativo culturale l'Incontro
Circolo ricreativo culturale l'Incontro


About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti