Giuseppe Simoncini - Storia di Lastra a Signa

Il XIV sec.


Il secolo XIV si caratterizza per carestie ed epidemie di portata europea, che avvengono a più riprese.

La comparsa nel 1348 della peste nera peggiora ulteriormente la situazione, causando un numero rilevante di morti.

Il territorio lastrigiano oltre che colpito da questi eventi, subirà anche diverse devastazioni, legate alle guerre che Firenze ha in corso in questo periodo.

Incomincia Arrigo VII nel 1312, saccheggiando il contado per un raggio di 10 miglia, mentre pone sotto assedio Firenze;
e prosegue con Castruccio Castracani signore di Lucca, che porta distruzione a Gangalandi, San Martino alla Palma e Castel Pulci, nell’ottobre 1325.

All’inizio del 1326 distrugge anche il ponte sull’Arno prima di ritirarsi da Signa, base di partenza delle sue scorrerie, e rifugiarsi nella rocca di Carmignano.

I pisani, provenendo dal lato della Pesa , nel 1363 operano incursioni e saccheggi sin quasi a Firenze, ripetendosi nel 1369.

Infine,le truppe di Gian Galeazzo Visconti di base a Siena, nel 1397, assaltano il borgo di Lastra non ancora cinto di mura.

Queste circostanze fanno riconsiderare a Firenze le strutture difensive della zona.

Per Signa è deciso il potenziamento con nuove mura già nel 1326.

Sulla riva sinistra invece, la necessità di munirsi di più valide difese per la guerra con Pisa è più a lungo valutata.

Sul finire del secolo si decide infine di “murare” il borgo di Lastra e dotare di mura anche Malmantile.

 
Cronologia XIV secolo


1300 - Congiura dei Magnati contro i Priori. Corso Donati e Guido Cavalcanti sono esiliati.
1312 - Durante l'assedio di Firenze, le truppe di Arrigo VII devastano il contado per un raggio di dieci miglia.
1319 - I monaci della Badia di Settimo affittano i mulini maggiori posti sul fiume Arno nel popolo di S.Martino a Gangalandi per 70 moggia di grano l'anno..
1321 - Muore Dante Alighieri.
1322 - Risulta costituita la Lega di Gangalandi. (Statuto del capitano del popolo.)
1325 - Ad Ottobre, Castruccio Castracani occupa Signa. Da questa base, fa scorrerie nella piana di Firenze. A ricordo... delle sue vittorie fa battere moneta, che chiama "castruccino".
1326 - A Febbraio, Castruccio distrugge il ponte sull'Arno e incendia il castello di Signa, ritirandosi nella rocca di Carmignano.
1327 - Riedificato il ponte di Signa..
1333 - Grande inondazione dell'Arno.
1331 - 1340 Sono demolite i mulini e le pescaie fra Gangalandi e Signa. I monaci della Badia di Settimo vengono risarciti.
1347 - Grande carestia in tutto il contado.
1348 - Epidemia di peste nera.
1357 - La parrocchia di S.Andrea è riunita a quella di Castagnolo.
1363 - I pisani bruciano Lastra
1369 - Ancora i pisani devastano Lastra.
1378 - Tumulto dei Ciompi.
1397 Il castello di Signa resiste per due giorni all'assedio di Alberigo da Barbiano, a capo delle truppe di Gian Galeazzo Visconti. Lastra è assalita e razziata.

 

 



About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti