Data inserimento o ultima modifica:
07 febbraio 2018

Il territorio

Geologia e morfologia


Il territorio comunale di Lastra a Signa comprende una stretta zona pianeggiante fra l'Arno e le Colline, ed una piccola striscia anch'essa pianeggiante sul versante del torrente Pesa.

L'area ha rilievi che variano dai 32 metri, ai 286 del colle di San Romolo.

Questi hanno un andamento nord- ovest/ sud -est, delimitando in parte a sud il sistema lacustre Firenze -Prato -Pistoia, (antico lago quaternario) che degrada fino a giungere a Montelupo fiorentino e la pianura di Empoli .


Un crinale attraversa tutto il territorio comunale dividendolo in due versanti quasi equivalenti.


L'uno verso la piana dell'Arno, l'altro la Val di Pesa.


Il drenaggio delle acque di questi versanti, pur variando da zona a zona, presenta corsi d'acqua con caratteristiche similari, e la quantità d'acque raccolte è all'incirca la stessa.


Il versante sud- ovest che degrada in Val di Pesa, è caratterizzato da profondi borri scavati in affioramenti di depositi marini d'ambiente costiero pliocenici, formati da ciottoli e conglomerati calcarei con lenti sabbiosi e argillosi.


Nella zona di S. Ilario - Najale si trovano argillo-scisti (complesso caotico) e calcari marnosi (pietra forte, alberese, ecc.) intensamente tettonizzati.


Questi depositi li ritroviamo fino a raggiungere il bosco dei Cerreti, il poggio di Cupoli e S. Romolo.


Rappresentano il punto di contatto dei due sistemi, dove affiorano arenarie in fase di disfacimento, dando origine a terreni sabbiosi.


Dal borro di Traccoleria, questo lato delle colline Lastrigiane fino ai suoi confini è caratterizzato da questo tipo di formazione.


E' il punto di contatto con una vasta zona di affioramenti di arenaria del macigno, interessata da sistemi di fratture che hanno generato il varco della gola della Gonfolina, facendo defluire le acque dell'antico lago Firenze, Prato, Pistoia.

Sul versante opposto dell'Arno, gli strati visibili di arenaria che formano il colle di Artimino e il M. Albano.


Nella porzione di territorio pianeggiante di Stagno affiorano depositi alluvionali- fluviali- lacustri del bacino di Firenze .( Argille e sabbie).


Il paesaggio morfologico indica l'origine abbastanza recente, con conseguenti fenomeni erosivi di notevole intensità.




About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti