Data inserimento o ultima modifica:
14 maggio 2019

Giuseppe Simoncini - Storia di Lastra a Signa

Mura di Lastra a Signa, le torri


In origine, probabilmente erano dieci.

Le tre torri scomparse  sono state parzialmente abbattute e coperte nel corso
degli anni, ed erano poste nel punto in cui le mura mutavano direzione.

Le torri hanno pianta rettangolare, e si "protendono fuori" dal perimetro murato; all'interno si aprono in due grandi archi a tutto sesto.

Nelle torri d'angolo si entrava al primo piano solo dal camminamento, e da questo al superiore mediante scale di legno.

Esse,inoltre, presentano l'angolo interno tagliato di sbieco e privo d'aperture, in modo da lasciare i due lati interni delle mura in congiunzione ben visibili.

Tali torri sono quindi più forti di quelle sul perimetro.

La torre più maestosa  era quella detta "Portone di Baccio", che  raggiunge un'altezza di 22,30 m.

La Porta Pisana,a prescindere da alcune aggiunte e rimaneggiamenti, rimane un complesso abbastanza omogeneo e ben "leggibile", mentre quella Fiorentina fu distrutta durante l'ultimo conflitto bellico.

 



About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti