San Martino a Gangalandi<br>Dic.2005
San Martino a Gangalandi
Dic.2005
San Martino a Gangalandi
Dic.2005
Giuseppe Simoncini - Storia di Lastra a Signa

Lastra a Gangalandi antico nome di Lastra a Signa


Tra l’XI e il XII secolo lungo l’antica Via Pisana , in un punto dove il tracciato abbandona la piana deviando verso le colline, sorge una stazione di sosta per viaggiatori.

Il percorso permette di aggirare il tratto fra Porto di Mezzo e Montelupo, reso difficile per la presenza della  “stretta” della Gonfolina.

E’ quest’insediamento il probabile nucleo originario intorno al quale si svilupperà il borgo di Lastra, le cui origini non sono chiaramente rintracciabili.

La presenza di numerose cave di pietra Arenaria nelle zone collinari del territorio, danno conto della prima parte del nome, mentre Gangalandi è la famiglia di feudatari che domina questo territorio all’inizio del dodicesimo secolo.

Il borgo è citato in documenti di fine  Duecentoinizi del Trecento,  a proposito di un ospedale e un albergo.

Nel 1260, col comune di Gangalandi, abbiamo notizie della prima comunità istituzionalmente indipendente di questo territorio.

Essa fa riferimento alla chiesa di  San Martino e non ad una Pieve, quella di Signa, con cui dovrebbe identificarsi territorialmente; a dimostrazione di un potere che andava crescendo e reclamava autonomia.

Ma è Firenze che segna profondamente la storia di queste terre, con l’affermarsi della sua politica espansionistica a danno dei feudatari locali.

San Martino a Gangalandi<br>Dic.2005
San Martino a Gangalandi
Dic.2005
San Martino a Gangalandi
Dic.2005


About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti