00 0000

La tradizioni popolari di Santo Stefano a Calcinaia. Alessandro De Gubernatis, Lastra a Signa (1894)

Strornelli amorosi 177/197


E quando passeggiando tu tentenni, Mi sembri il ~panil di S. Giovanni. 178 Fior di giunchiglia, L'anello che mi deste era di paglia. Di far con voi all'amor, non ho pi— voglia. 1 r r Saran le sei, Un panierino di corna da buoi, Doman che ‚ festa te li metterai. 18(1 ' Saran le sette, Ilo canzonato trentasei ragazze, E se canzono te, son trentasette. 191 ' Saran le otto, Bambina, dell'uccello che n'hai fatto? Ne ho lesso mezzo e l'altro mezzo arrosto. 182 Saran le nove, Se ti vuoi imbarcar, quest'‚ la nave, Insieme noi farem le nostre prove. 183 ' Saran le dieci, Un panierino di tartufi e ceci Lo mander• al mio damo che 8 a Parigi. 184 ` Chicco di riso; S' io ti trovassi per la strada a caso, Non ti correi guardar neppure in viso. 185 Cipolla bianca; Tu me lo fai per picca ed io per onta, A me di giovanotti non ne manca. 188 Fior di cipolle; Alla tua porta ci hai le sentinelle, Sei piccolina e ti torci lo scialle. 187 Vorrei cederti in cima ad uno stile, E ciondoloni come un animale, Ventiquattr'ore a vederti patire. 188 ' Il mio damo si chiama Trattienti; A forza di cozzon lo tiro avanti, E se aspetta ~r, e;, uiiunga 1 denti. 189 ' Patate tonde; Eccolo gi… su l'uscio, viene a gambe, Lasciatelo venir l'uomo del)' Indie. i'.'v ' Aebere mele; ' F llo, se credi di poterlo fare; A canzonare me le son miserie. 191 ' Fiorin di pesca; Ti voglio dare un bacio nella bocca, Per veder se il tuo bello mi s'attacca. 192 * Quando piove, piove sugli ontani. 1 giardinieri annaffiano i limoni, Povere fanciulline senza dami. 19:3 Arancia forte; Quando ti vedo, mi tiro da parte; Io scanso te come scansar la morte. 11)A ' Fiorin, fiorai; E quest Š l'aglio, se mangiar lo vuoi, Quando ti ho preso, mi comanderai. 195 ' .avete i ricciolini scompartiti, La dama sei degli uomini ammogliati, .1 barba dei minchion porti i vestiti. Plti 0 ragazzina che di nero vesti. Alle colonne d'Ercole arrivasti, Andasti per tradir, tradita fosti. 155)7 ú Fiorin d'argento; o t~s úntmma ti fece in un campo; : farti le bellezze non fu a tempo. Aghem anele per Melagrana



About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti