Data inserimento o ultima modifica:
02 ottobre 2018

Firenze, portico degli Uffizi

Andrea Cesalpino


Medico

Arezzo 1519 o 1525 - Roma 1603

Studiò medicina e filosofia all'Università di Pisa laureandosi nel 1551.

In questa città diresse l'Orto Botanico e coprì la cattedra di medicina dal 1569 al 1592 .

In campo medico fu allievo di Realdo Colombo, e da lui acquisì interesse agli studi sul sangue e la circolazione, (introdusse il termine “circulatio” in riferimento al percorso cuore-polmoni-cuore, da lui prefigurato) ed ebbe modo di seguire a Pisa le dissezioni di cadaveri di Andrea Vesalio, fondatore della moderna Anatomia.

Dimostrò che il cuore, e non il fegato come creduto in precedenza, era l’organo che presiede alla circolazione sanguigna, e da esso originavano vene ed arterie.

La “comprensione” del movimento circolatorio viene attribuita solitamente a William Harvey, (1628) sebbene diversi storici abbiano rivendicato ai lavori del Cesalpino questo merito.

Il superamento della teoria circolatoria di Galeno, ha comunque potuto contare su contributi di diversi studiosi tra XVI e XVII sec.

Filosofo aristotelico, fu tenuto in grande considerazione, e pur giungendo a negare l’immortalità dell’anima individuale, non dovette subire persecuzioni dalla chiesa, anzi fu chiamato ”papa dei filosofi”.

Nell'ambito della Botanica invece, studiò e sviluppò nuovi sistemi di classificazione delle piante.

Fu allievo di Luca Ghini, che grazie all’aiuto di Cosimo I Medici, creò il primo orto sperimentale per lo studio delle piante medicinali, fino allora prerogativa dei religiosi.

Nel 1592 andò a Roma e v'insegnò medicina, oltre a divenire medico personale del papa Clemente VIII.


Andrea Cesalpino<br>Loggiato degli Uffizi<br>Firenze
Andrea Cesalpino
Loggiato degli Uffizi
Firenze
Andrea Cesalpino
Loggiato degli Uffizi
Firenze


About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti