00 0000

La tradizioni popolari di Santo Stefano a Calcinaia. Alessandro De Gubernatis, Lastra a Signa (1894)

Filastrocche, esercizi di memoria e scioglilingua 13/13


TRADIZIONI P~I DI ;L. &MANO DI CALCINAIA E lass— su quella via C'Š la Vergine Maria; E lass— sii quell'altare C'Š tre angioli a catare. E lass— sopra quel letto C'Š un bel libricino aperto. Sole, sole vieni, Me l'ha detto un cavalieri, Me 1' ha detto sotto un tetto, Sole, sole benedetto. Piove e c' Š il sole. La Madonna coglie il fiore, La coglie un gelsomino, E gli Š nato Ges— bambino. Gli eran tre che andavano a caccia, Gli eran bocchino, boccale e boccaccia, Gli eran tre che andavano per l'olio, Gli eran bocchino, boccale e rosolio. Giro, giro tondo, Cavallo imperatondo, Cavallo' d'argento, Che costa mille cento; Centocinquanta. La pecorina canta, Lasciala cantare, v o i,nolin mnrifRrP. Gli voglio dar cipolla: Cipolla Š troppo forte, Gli voglio dar 1a morte, La morte Š troppo scura, Gli voglio dar la luna, La luna Š troppo bella, C'Š dentro la mia sorella Che fa biscottin¡ Per darli a' so' 1 bambini, 1 so' bambini gli stanno male; Gira e gira all'ospedale, L'ospedale gli sta laggi—, Dagli nn calcio e buttalo pin in gi—. 1 so' per suoi.



About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti