Data inserimento o ultima modifica:
19 settembre 2019

La tradizioni popolari di Santo Stefano a Calcinaia. Alessandro De Gubernatis, Lastra a Signa (1894)

Ninne nanne 2/3 - Tradizioni popolari di Santo Stefano a Calcinaia


Cosa t'ho fatto, muso di martinaccio? Ogni palora 1mi chiami civetta. ?la se vengo cost…ti romper• il moctaccio, lo sonragazza e non vo' far vend‚fia. Io son ragazza e vendetta io non vo* fare. Vana a1 A4LLI IMn e la0~CIann C[a[e, lo w,no ragazza,vendetta non voi fai, io, Abbada ai fatti tuoi, ci abbado anch'io. C'era una finestra sotto un teho, - ("era la hella e non ~i palesava. in mano t aveva un fazzoletto, Con le sue proprie man lo lavorava: Quanto m'Š garbato qui lavoro, Fatto d'argento e lavorato d'oro. 0 quanto qui lavúIro Š mi Š garbato, Fatto d'argento e d'oro lavorato . 3 I1 mio marito Š andato a Londra E di buon fagiuoli compra li mio marito'. Š andato a lo mare. Ges— faccia ch‚ non possa tornare. Nanna nanna, il mi' bambino. B tant¢ pico ino. 9 piccinino, crescer…, l?n altr'anno, se Dio vorr…. Queste due ottave non sono vere e proprie nlane nanne, ma si danno qui, perch‚ come pinne nanne vengono canta a Catciasia



About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti