Data inserimento o ultima modifica:
17 agosto 2018

Diari lastrigiani

1896,la lotta delle trecciaiole,26 maggio:fra arresti e una vincita al Lotto



(17 giugno 2016 - 26 agosto 2016)

Fieramosca 26 maggio 1896


L’agitazione delle trecciaiole a Sesto e Carmignano
Brozzi (24 Maggio sera)
– Torno ora da Sesto, ove la popolazione si mantiene tranquilla.
Corre voce che domani si voglia inscenare una manifestazione con bandiere.
Il Delegato Lippi ha già preso le misure del caso.
Quantunque non molto allarmante, pure a Sesto fra le trecciaiole c’è un po’ di fermento perchè non vogliono riprendere il lavoro.
Il Delegato Maneschi, che fu investito dal tram, è sempre a letto.
Nel Municipio è sempre acquartierata una Compagnia del 68°, comandata dal Capitano Ricasoli.
A Carmignano si è recato uno squadrone di Cavalleria, comandato dal Ten. Lanzoni.
L’ordine è stato ristabilito.
La giornata di Lunedì
– I terni vinti
– Le truppe nei dintorni
– A Peretola
– Misure di precauzione

Brozzi 25 maggio (notte)
– In tutto il Comune si mantiene la calma, come era previsto.
Ormai tutto dipende dalla giornata di lunedì.
Se le trecciaiole, come speriamo, riprenderanno il lavoro alle condizioni stabilite, pure facendo pratiche che per l’avvenire le sue condizioni siano anche già svantaggiate, al più assicurare che lo stato d’assedio sia tolto e tutto tornerà nella tranquillità.
Non bisogna nascondere che non si vuole in alcun modo accedere ad un accordo coi negozianti finché essi non avranno innalzato la mercede.
Speriamo che considerazioni di opportunità e di ordine persuadano le trecciaiole a desistere da propositi di contrarietà.

Frattanto qualcuno dalla presente agitazione ha tratto un qualche guadagno.
Appena per Brozzi e dintorni si sono visti squadroni di Cavalleria e Compagnie di Fanteria od altro, e appena che accaddero dei disordini a San Piero a Ponti , si pensò da diversi al Gioco del Lotto.
E la sorte li favorì perché tre dei numeri giocati uscirono:
30 (popolo); 69 (conflitto); 15 (soldati).
Due o tre persone del Comune hanno riscosso una discreta sommetta con il terno.
E’ proprio vero che tutto il male non vien per nuocere!

Dal Maggiore cav. Busca, che era accompagnato dal Ten. Giannuzzi, fu fatta una ricognizione nei vari paesi, ove è di stanza la truppa.
Vi si recò anche il Ten. Marras dei RR. Carabinieri. A Ca mpi – sotto il controllo del Delegato Talin – la situazione era calma.
Però non manca chi vuole continuare lo sciopero.
Sono stati denunciati alla Procura del Re, alcuni individui che si ritengono i maggiori sobillatori dell’agitazione, specialmente a San Piero a Ponti.

Notizie confortanti dal Galluzzo.
Qui a Brozzi dalla Questura è arrivato il Delegato Luciano, aiutante del Questore Comm. Rispoli.

Stasera a Campi è stata arrestata la donna Malinconi.

Brozzi 25 maggio (notte)
- Un’Adunanza, si crede di cominciare a breve i lavori.
Si è svolta una riunione presieduta dal Sindaco in cui intervennero negozianti e fattorini di questo Comune.
Si stabilì di consegnare le manate alle donne stamattina, subito.
Corre voce che a Peretola si stia attuando una sottoscrizione per ottenere la liberazione delle tre arrestate.
La popolazione è calma e si ritiene certo che il lavoro riprenderà.

La Camera del Lavoro e le trecciaiole
La Camera del Lavoro ha mandato alle trecciaiole di Brozzi un primo acconto di 100 £ a favore.
Verranno poi dati altri sussidi alle trecciaiole di Campi, Signa etc.
Coadiuvato dalla Camera del Lavoro, che inviò sul luogo un suo rappresentante, si è costituito in Peretola un Comitato di Soccorso.
Questo ha aperto per proprio conto una nuova sottoscrizione a favore delle trecciaiole più bisognose di tutto il Comune di Brozzi, e si è inoltre obbligato a provvedere alla distribuzione del sussidio mandato dalla Camera del Lavoro.
A questa il Comitato ha rivolto un pieno plauso per l’interessamento alla causa delle trecciaiole.
La camera del Lavoro ha condotto a termine i suoi studi ad un progetto di Associazioni cooperative fra le operaie della paglia.
Queste per sua iniziativa saranno convocate in adunata non appena la presente agitazione sarà del tutto cessata.
E’ intendimento della Camera organizzarle con celerità.

L’arresto di due donne a San Donnino
San Donnino 25 maggio (mattina)
Stanotte dagli infaticabili Soldaini e Stagni sono stati operati due arresti nelle abitazioni di Argia Cavalieri (46) ed Elisa Cialdini (28).
Quando il Delegato Soldaini entrò dalla Cavalieri, trovò opposizione da parte della madre della donna, tale Concezione Coppoli che dette in escandescenze e ci volle del bello e del buono per convincerla a non opporsi al funzionario.
Entrambe le donne furono tradotte al Carcere femminile di Santa Verdiana.

Stamane diversi fattorini hanno distribuito le Manate (i fasci di paglia dopo sbarbata e legata).
Varie trecciaiole si misero subito al lavoro, altre continuarono imperterrite a fare crochet e calza.
Si crede che poi anche loro accetteranno di tornare al lavoro della paglia.
A San Donnino c’è ancora una Compagnia del 68° Fanteria con il Vitali.
E’ stata fatta un’abbondante distribuzione di pane.

I Fatti di Empoli 25 maggio mattina
Qualche altro particolare sui fatti di ieri mattina;
quando alla turba urlante fu impedito l’accesso al Palazzo Comunale sbarrando gli usci, i dimostranti hanno dato foco alla griglia delle pubblicazioni di Matrimonio, unico oggetto che fosse a portata di mano.
In Piazza Vittorio Emanuele il Delegato ha ricevuto un sasso alla testa, un Carabiniere un mattone; la guardia Romagnoli per aver sfoderato la spada si è beccato una pioggia di lordure.

E per finire un aneddoto: una coppia di sposi era alle 9,30 in Municipio per contrarre matrimonio; è dovuta restar chiusa fino alle 12,30.

Si dice che il vice-prefetto sia a Empoli, ma non si è farro vivo.
E’ giunta da Firenze una compagnia del 5 ° Fanteria.

A cura di:Renzo Bernardi






Palazzo comunale di Sesto Fiornetino inaugurato nel 1871 (foto d'epoca)
Palazzo comunale di Sesto Fiornetino inaugurato nel 1871 (foto d'epoca)
Palazzo comunale di Sesto Fiornetino inaugurato nel 1871 (foto d'epoca)
Uno scorcio di San Donnino (foto d'epoca)
Uno scorcio di San Donnino (foto d'epoca)
Uno scorcio di San Donnino (foto d'epoca)
Gruppo di trecciaiole a lavoro
Gruppo di trecciaiole a lavoro
Gruppo di trecciaiole a lavoro


About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti