00 0000

Giuseppe Simoncini - Storia di Lastra a Signa

Enrico V


Figlio e successore di Enrico IV, proseguì la politica di ingerenza del padre nelle nomine di vescovi e abati.

Per questa contesa venne a Roma e fece prigioniero il Papa, che fu costretto a legittimare
le investiture laiche.

Successivamente scomunicato da un concilio, si vide annullare tutte le concessioni ricevute.

Tornò in Italia una seconda volta,  per  cercare di impossessarsi dei beni che Matilde di Canossa aveva lasciato alla chiesa.

Abbandonato anche da una parte della nobiltà tedesca, dovette desistere e venire a patti.

Non ebbe eredi.
 



About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti