Dizionario geografico fisico storico della Toscana (Emanuele Repetti, anno 1833)

Sant'Ilario a Settimo


SANT'ILARIO A SETTIMO, detto ancora alle Capannucce nel Val d’Arno fiorentino.

Località posta a 43° 45' Nord e 11° 07' Est nelle vicinanze del capoluogo.

E’ una delle porzioni comprese nella contrada e piviere di Settimo, suddivisa in più popoli la quale porta il distintivo di una delle sue chiese parrocchiali (S. Ilario) nel piviere stesso di S. Giuliano a Settimo, Comunità e circa miglia uno a levante-scirocco della Lastra, già nella Comunità della Casellina e Torri, Giurisdizione del Galluzzo, Diocesi e Compartimento di Firenze.

Risiede tra la strada postale Livornese ed il poggio di S. Romolo a Settimo, a piè delle colline che stendendosi fra Gangalandi e Caste-Pulci.

E chiamato anche S. Ilario alle Capannucce da un borghetto situato lungo la strada postale fra Castel Pulci e il ponte sul Vigone, compreso nel popolo di S. Ilario.

Un’altra località appellata Castellina nel popolo medesimo è rammentata in un testamento del 5 novembre 1299, pubblicato dal Lami nei suoi Monum. Eccl. Flor. a pag 1080, scritto in Firenze da un prete Geri del fu Sinibaldo da Settimo, dove è anche rammentato il Monte Cascioli o Cascioli col vicino podere di messer Ponzardo de’Pulci, dal quale messere ebbe probabilmente nome la villa contigua di Castel Pulci.

La popolazione della parrocchia di S. Ilario a Settimo nel 1833 ascendeva a 177 abitanti.




About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti