Dizionario geografico fisico storico della Toscana (Emanuele Repetti, anno 1833)

MONTE CASCIOLI nel Val d’Arno fiorentino


Castello distrutto con chiesa (S. Michele) nelle colline che stendonsi dai poggi della Ròmola sopra Castel Pulci nel piviere di S. Giuliano a Settimo, Comunità di Casellina e Torri, Diocesi Compartimento e circa 5 miglia toscane a ponente di Firenze.

Era un castello dove tenevano corte e dominio sino dal sec. X i conti Cadolingi di Fucecchio.

Infatti in Monte Cascioli risedeva nel 1066 il conte Lottario del fu Conte Cadolo, quando con la contessa Gemma di lui madre decretò la fondazione, o aumentò la dote della Badia a Settimo.

Vi si trovò più volte il suo nipote conte Uguccione del conte Guglielmo Bulgaro, sia allorchè, nel 1087, donava terreni al vicino monastero di Mantignano;
sia quando vi risiedeva con la Contessa Cilia sua moglie in tempo che, nel 1090, confermava le donazioni state fatte alla Badia a Settimo;
ed era lo stesso conte in Monte Cascioli, nel 1096, nell’occasione che faceva erigere lungo la strada maestra nel piviere di Settimo un ospedale per i pellegrini.

Finalmente stanziava nel castello di Monte Cascioli il conte Ugo figlio del conte Uguccione preaccennato, quando firmava, nel 1106, un atto di donazione a favore della badia del Borgonuovo presso Fucecchio.

Viveva quest’ultimo conte nel tempo che i Fiorentini nel 1113 (stando alla storia del Malaspini e del Villani) feciono oste a Monte Cascioli; castello che facea la guerra alla città, e avealo ribellato Ruberto Tedesco, Vicario di Arrigo III in Toscana, il quale messer Ruberto fu sconfitto e morto, e il castello preso e disfatto.

Da Monte Cascioli venne a Firenze l’illustre famiglia Nerli.



About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti