Data inserimento o ultima modifica:
31 maggio 2019

Kurt Wolff con Rabindranath Tagore
Kurt Wolff con Rabindranath Tagore
Kurt Wolff con Rabindranath Tagore
Copertina prima edizione della Metamorfosi di F. Kafka
Copertina prima edizione della Metamorfosi di F. Kafka
Copertina prima edizione della Metamorfosi di F. Kafka
Lastrigiani ed ospiti illustri

Kurt Wolff, Cenni biografici


Nasce a Bonn sul Reno il 3 Marzo 1887, figlio di Leonhard, professore di storia della musica in quella città, e di Maria Marx.

Tra il 1905 e il 1908 studia letteratura tedesca a Bonn, Monaco e Lipsia.

Nel 1908 si sposa con Elisabeth Merck, da cui avrà due figli.

Sempre a Lipsia conosce l’editore Ernst Rowohlt, di cui rileverà l’attività nel 1912 dopo esserne stato inizialmente socio; nel Febbraio del 1913 fonda la Kurt Wolff Verlag, giovandosi della consulenza editoriale di Kurt Pinthus e Franz Werfel.

In modo particolare con la collana “"der Jüngste Tag ” (il giorno del giudizio), e la fondazione con Erick Schwabach della casa editrice dei “ Weisse Bücher” (libri bianchi) , che acquisirà interamente nel 1917, Wolff pubblica autori destinati a grande notorietà.
(Dal 1912 al 1930 fu capace di “attrarre” e contribuì a far conoscere , tra gli altri, autori quali Franz Kafka, Karl Kraus, Gottfried Benn, Gustav Meyring, Robert Walser, e artisti come Oscar Kokoscka, Paul Klee, Paul Gauguin, George Grosz.)

Allo scoppio della prima guerra mondiale presta servizio in un reggimento di artiglieria da campo in Francia, e successivamente nei Balcani.

Nel 1916 gli è concesso il congedo dal granduca Ernst Ludwig von Hessen e torna a dirigere la casa editrice, guidata in sua assenza da Georg Meyer.

Nel 1921 subentra alla casa editrice Hiperion e nel 1924 apre una nuova casa editrice a Firenze, la Pantheon, curando l’uscita di volumi sulla storia dell’arte.

Sopravvenute difficoltà negli affari, e la separazione dalla moglie, lo inducono nel 1930 a vendere le case editrici; tre anni più tardi Wolff lascia la Germania e sposa a Londra il 27 Marzo Helen Mosella, (da cui avrà un figlio) trasferendosi successivamente a Nizza, dove vive fino al 1935.

Seguirà il soggiorno a Lastra a Signa , alla fine del quale torna in Francia; gli eventi politici legati alla guerra lo vedono costretto a subire una breve detenzione, ma poi riesce a rifugiarsi in America con moglie e figlio nel 1940.

Nel 1942 fonda a New York la casa editrice Pantheon Books Inc. da cui si separerà nel 1960.
(Trasferitosi nel 1958 a Locarno, in Svizzera, aveva da questa sede difficoltà a controllare tale attività....)

Nel 1963 muore in seguito ad incidente stradale a Marburgo, in Assia, dove si era recato per partecipare a un convegno di letterati del “Gruppo 47”.

Kurt Wolff è stato personalità rilevante fra gli editori del XX secolo.


Kurt Wolff con Rabindranath Tagore
Kurt Wolff con Rabindranath Tagore
Kurt Wolff con Rabindranath Tagore
Copertina prima edizione della Metamorfosi di F. Kafka
Copertina prima edizione della Metamorfosi di F. Kafka
Copertina prima edizione della Metamorfosi di F. Kafka


About

Autori e collaboratori
Privacy Policy
Precisazioni sulla normativa cookie
Disclaimer
Visite al sito
Indice generale immagini

Collegamenti ai siti esterni

I collegamenti (link) che dalle pagine di questo sito permettono di visitare pagine esterne sono forniti come semplice servizio agli utenti.
I titolari di lastraonline.it non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda la loro interruzione ed i contenuti collegati.

Contatti